B&B Dental | Impianti dentali | Bologna | Italy

Risultati

Valutazione della topografia superficiale degli impianti duravit trattati con tecnica Bioactive

Lo scopo di questo lavoro era la valutazione della morfologia superficiale ottenuta a seguito del trattamento di impianti “DURAVIT” in titanio mediante processo di sabbiatura seguito da doppio trattamento con acidi.

Materiali e metodi

La morfologia superficiale degli impianti e’ stata valutata mediante osservazione al microscopio elettronico a scansione (SEM).
La valutazione quantitativa della rugosita’ e’ stata effettuata grazie ad un software che consente di trasformare in dato tridimensionale l’immagine SEM convenzionale (Mex 4.2, Alicona Imaging). In particolare, in questo caso, le immagini presentano ingrandimenti crescenti (riportati in ogni singola immagine) degli impianti trattati

Risultati

I risultati salienti delle osservazioni al SEM della morfologia superficiale degli impianti sono riportati (Fig. 1) a basso ingrandimento, dimostra che gli aspetti macroscopici (spira, tagliente) non vengono alterati dal trattamento. L’immagine, inoltre, indica una buona omogeneita’ della superficie e l’assenza di residui, sia di sabbiatura che di altre fasi della lavorazione.(Fig 2) Aumentando l’ingrandimento, si osserva la tipica topografia indotta da questo tipo di trattamento, in cui si possono apprezzare crateri di dimensioni maggiori dovuti alla sabbiatura all’interno dei quali e’ presente la micro rugosità indotta dal trattamento con acido.(Fig 3 e 4) (2500 e 5000 x) evidenziano la tipica struttura micro rugosità delle superfici trattate con doppio attacco acido.
Come noto e come riportato nella letteratura scientifica in materia, questa particolare micro topografia consente alla superficie di comportarsi da “spugna”, interagendo fortemente con il coagulo e stimolando la rigenerazione ossea

Anche da queste immagini, come riportato in seguito nella sezione relativa all’analisi superficiale, e’ possibile evidenziare l’assenza di contaminanti o accumuli estranei.(Fig. 5) L’analisi EDX eseguita sulla superficie trattata evidenzia la presenza del solo segnale di Ti, Al and V, confermando l’assenza di contaminanti, come riportato nello spettro sottostante.(Fig. 6) Per la quantificazione della rugosità, la ricostruzione tridimensionale della superficie mediante analisi stereo SEM ha fornito i seguenti dati, riportati secondo ISO 4287: (Fig. 7) Rappresenta un tipico profilo di rugosità ottenuto: I valori riscontrati sugli impianti DURAVIT trattati con tecnica “BioActive” sono stati ricavati dalla media di due punti per ogni campione analizzato, sono da un punto di vista statistico, non significativamente diversi rispetto ai parametri riportati in letteratura. In generale, dunque, i dati sono in buon accordo con quanto atteso per questo tipo di trattamento.

PDFDownload PDF