T-BARRIER MEMBRANE IN TITANIO

B. & B. Dental sviluppa le membrane T-BARRIER in titanio. Esse sono membrane in titanio commercialmente puro di grado 2, non riassorbibili, microperforate e risultano essere uno dei mezzi efficaci per la rigenerazione ossea guidata, in particolare per la stabilizzazione nonché protezione del materiale innestato nel difetto osseo.

Membrane T-Barrier Titanio

Proprietà

Queste membrane garantiscono perfetta biocompatibilità e tollerabilità. Sono facili da applicare sul sito del difetto perché modellabili e agevolmente ritagliabili, ciò permette di adattarle perfettamente ad esso in modo che i margini finali siano a contatto con la cresta ossea residua sana. Non vengono riassorbite ma possono essere lasciate nel sito anche per lungo tempo, generalmente una volta riabilitato vengono rimosse dopo 6-8 mesi. Esse consentono di delimitare esattamente la zona che deve essere rigenerata e svolgono funzione di contenimento dei materiali innestati, realizzando così quello che viene definito effetto tenda ed essendo microperforate non viene ostacolato il passaggio dei fluidi organici necessari per il loro mantenimento nel tempo tra coagulo e lembo. Queste membrane vengono stabilizzate attraverso viti specifiche in titanio e necessitano la suturazione dei lembi mucosi in modo da coprirle completamente ed evitare la loro deiscenza.

PDFDownload PDF

GAMMA T-BARRIER MEMBRANE IN TITANIO

Esistono tre diverse linee di T-BARRIER MEMBRANE in titanio.

Le GRIGLIE T-BARRIER sono membrane microforate, con fori di Ø 0.8 mm, realizzate in titanio puro gr. 2 ad uso medicale e di dimensione: 24x 29x Ø 0.13 mm. Sono indicate per il trattamento di tutti i casi di rigenerazione ossea guidata soprattutto in previsione di una successiva riabilitazione implantare endossea. Infatti possono essere utilizzate sia nell’arcata superiore che in quella inferiore su pazienti che presentano difetti ossei che limitano o impediscono la possibilità di un trattamento di tipo implantologico. Esse vengono posizionate a cavaliere sul sito e vengono stabilizzate attraverso l’uso di viti osteosintesi. Le griglie sono di due tipi: una è semplicemente microforata bloccabile con viti osteosintesi; l’altra oltre alla microforatura è provvista anche di un foro centrale di maggiori dimensioni che richiede l’utilizzo di una vite di bloccaggio già presente nel packaging del prodotto, la quale deve essere avvitata nell’impianto, tale membrana però può essere bloccata anche con viti osteosintesi.

Le SAFETY IMPLANT MEMBRANE, o SIM, e le MEMBRANE DOLL rappresentano una vera e propria innovazione, in quanto non necessitano di viti osteosintesi laterali da fissare direttamente nell’osso. Esse servono per stabilizzare l’impianto che deve essere inserito, in modo da evitare la sua migrazione nel seno mascellare. La membrana viene bloccata sull’impianto grazie ad un’apposita vite di bloccaggio presente nella confezione. Nello specifico le SIM vengono usate principalmente nei casi di rialzo del seno e posizionate a cavaliere sulla cresta ossea. Mentre le MEMBRANE DOLL consentono di contenere e mantenere il materiale innestato nella sede dell’innesto assicurandone forma e volume. Sono da rimuovere dopo 6-8 mesi.